Veduta di paesaggi nel Comune di  Castelnuovo Don Bosco ñ Colle Don Bosco (AT). L'immagine fa parte dell'Atlante dei Paesaggi  astigiani e monferrini, realizzato per una pi˘ ampia conoscenza ed efficace salvaguardia del patrimonio paesaggistico del territorio piemontese.

Ripartiamo dal Colle Don Bosco

Martedì 6 settembre tutti i collaboratori del CNOS-FAP Piemonte e della Valle d’Aosta vivranno una giornata di Formazione, Informazione e Condivisione per preparare l’anno formativo che sta per iniziare.

Il luogo dove è nato Don Bosco è divenuto il luogo della spiritualità salesiana per tutto il mondo e quindi adatto per caricare “le batterie” di tutti gli operatori in vista delle nuove sfide che ciascuno dovrà affrontare. Accogliere i nostri “ragazzi e ragazze”, che restano tali anche se molte attività sono rivolte anche agli adulti perché anche per loro dobbiamo avere le stesse attenzioni, dare il meglio sia dal punto di vista professionale che educativo è il nostro obiettivo principale.

Oggi, però, dobbiamo tenere presente che la FP è in continua evoluzione e il mondo del lavoro, che prima era l’interlocutore quasi al termine del percorso formativo, adesso è diventato parte integrante sin dal principio e quindi a questo e alle aziende che lo rappresentano nel nostro territorio deve andare la nostra attenzione.

Ecco perché Formazione: per conoscere sempre più da vicino l’azienda nei suoi aspetti organizzativi ed approfondire quelli gestionali.

Conoscere come si è concluso l’anno formativo 2015-16 appena trascorso, avere notizie di prima mano sui bilanci delle attività e sull’andamento economico: è importante per partecipare alla vita dell’Associazione. Rendersi conto di quello che è il respiro non solo del proprio CFP, ma di tutti i quindici, perché insieme si determinano i risultati della gestione e si scrivono i presupposti per il futuro. Pur nell’unicità dei singoli, è l’unione che permette in tutti i sensi di dare continuità all’OPERA CNOS-FAP!

Ecco perché Informazione: per avere il dettaglio dei numeri a testimonianza del buon lavoro fatto e le indicazioni su quanto invece c’è da migliorare.

Vivere insieme la preparazione al nuovo anno nei luoghi in cui Don Bosco stesso è vissuto e dove ci accoglie, invitandoci a fare altrettanto con i ragazzi che entreranno nei nostri CFP.

Ecco perché Condivisione: per celebrare insieme l’Eucarestia fondamento della nostra Fede; per incontrarsi come famiglia durante la giornata nel momento del pranzo.

Tutto in perfetto stile Salesiano, come ci ha insegnato Don Bosco.

Il programma dettagliato:

  • ore 9,30 Accoglienza in teatro
  • ore 9,50 Preghiera
  • ore 10,05 Saluto dell’Ispettore: Don Enrico Stasi

Formazione

  • ore 10,15 L’economia di comunione – Interventi dell’ing. Alberto Frassineti (economista) e del dr. Livio Bertola (Imprenditore), introduce Don Stefano Mondin

Informazione

  • ore 11,15 “il 2015-16 del CNOS-FAP” a cura di Lucio Reghellin, direttore generale CNOS-FAP Piemonte

Condivisione

  • ore 11,30 Premiazione per i 25 anni di servizio
  • ore 11,40 intervallo
  • ore 12 prove di canto
  • ore 12,15 Santa Messa, presiede Don Enrico Stasi, Ispettore dei Salesiani Piemonte e Valle d’Aosta
  • ore 13,15 Pranzo

Nino Gentile