CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente


Don Leonardo Mancini
 

Consiglio Direttivo

Don Giorgio Degiorgi

Don Alberto Martelli

Don Riccardo Frigerio

Don Goia Alberto

Don Bartolo Pirra

Gianluca Toso

 

Collegio dei Revisori dei Conti

Ruggero Antonietti

Susi Fogli

Sergio Giordani

“Don Bosco fa nascere a Valdocco, insieme all’oratorio, la formazione professionale per rispondere alle necessità concrete della gioventù in un progetto globale di educazione integrale dei giovani, soprattutto i più bisognosi. Animato dal desiderio di garantire dignità e futuro ai suoi giovani, Don Bosco diede vita ai laboratori di arti e mestieri, aiutando nello stesso tempo i giovani nella ricerca di lavoro, e procurando loro contratti, per impedirne lo sfruttamento.

È questa la matrice degli attuali Centri di Formazione Professionali (CFP) che si preoccupano di promuovere la formazione umana e professionale dei giovani, ispirati da una antropologia che ha in Gesù Cristo il suo riferimento. Tale proposta risponde a predisposizioni, abilità e prospettive di molti di loro che, al termine della formazione di base, aspirano ad inserirsi nel mondo del lavoro. La formazione professionale risulta uno strumento efficace per la maturazione umana integrale e la prevenzione del disagio giovanile, oltre che per l’animazione cristiana delle realtà sociali e lo sviluppo del mondo imprenditoriale.

Il CNOS-FAP oggi è la realizzazione concreta attuale di questa intuizione carismatica ed educativa. Esso si rivolge ad un’ampia tipologia di destinatari: giovani in obbligo formativo; giovani e adulti in cerca di occupazione; giovani in situazioni di disagio o in situazione di abbandono scolastico; migranti o apprendisti, adulti in cerca di qualificazione…

Come CNOS-FAP inoltre ci poniamo in dialogo con il mondo delle imprese e della politica come fautore di mediazione e di progettualità condivisa per la crescita e lo sviluppo della società e del mondo del lavoro in modo sostenibile, dignitoso per tutti e coerente con i principi della ecologia integrale.

Questo percorso è stato il frutto di una grande sinergia tra le risorse dei consacrati e le sempre più risorse laicali che con competenza, professionalità e passione hanno cercato di essere fedeli al carisma originario di don Bosco. Lavorare insieme, in modo progettuale, è stata la nostra forza in passato e lo sarà anche per il futuro, sempre ben radicati nelle intuizioni delle origini e insieme aperti all’innovazione e ai cambiamenti che le leggi e la struttura sociale richiederanno”.



“L’Associazione CNOS-FAP Piemonte è presente oggi in 13 centri in tutta la Regione, questo ci permette di avvicinare, attraverso la sola IeFP oltre 3500 ragazzi e giovani, e altre migliaia di utenti nei vari corsi della formazione per adulti e nei vari sportelli di servizi al lavoro che abbiamo aperto sul territorio.
Stiamo perseguendo l’obiettivo di voler mettere insieme, per il bene della gioventù e per il futuro della società, le forze migliore della formazione, delle aziende e della politica, perché con le famiglie e con gli attori sociali che ci vogliono stare,
si possa sviluppare un tessuto sociale più a misura di uomo, con lo sguardo rivolto al futuro, per il vero benessere di tutti, nessuno escluso.
L’attività formativa per i giovani dopo la scuola media è oggi svolta in diversi ambiti professionali: settori industriali come meccanica industriale, elettro/elettronica, grafica tradizionale e multimediale, ma anche proposte in ambito artigianale e dei servizi: si va dalla carrozzeria alla termoidraulica, dai servizi alla persona agli operatori di cucina /sala bar”.Don Alberto Martelli, Vicepresidente e Delegato Regionale